Creare lavoro è la priorità assoluta.

Per farlo non bastano le leggi, essenziali per i diritti, ma occorre ripensare e mirare meglio gli incentivi alla creazione di nuove imprese, la formazione, la ricerca; investire sulle competenze e i saperi; e soprattutto: semplificare, sburocratizzare, dare regole e tempi certi sui rapporti tra privato e pubblica amministrazione.

Solo così garantiremo un futuro di diritti ed equità a tutti.

Creare imprese e lavoro, per tornare ad avere fiducia nel futuro.