STRUMENTALIZZAZIONI E POPULISMI: GLI UNICI ARGOMENTI DI CERTA POLITICA…

Spesso l'Assemblea legislativa della nostra Regione, come in tante altre Regioni, è chiamata ad esprimersi anche su temi che esulano dalle responsabilità quotidiane di amministratori regionali.

Problemi serissimi che possono essere affrontati (anche) dall'ente regionale, ma che spesso vengono promossi da chi vuole far nascere polemiche strumentali fini a se stesse oppure vuole introdurre temi di politica nazionale travestendoli da temi locali o, peggio, che nascondono una profonda ignoranza sulle competenze primarie di Stato centrale, enti regionali e Comuni.

Intervenendo oggi sulla risoluzione dal titolo: "Contrasto alla criminalità nel modenese" proposta dal Consigliere della Lega Nord Stefano Bargi, ho preso la parola per conto del Gruppo PD per ribadire che il tema è assolutamente importante e merita tutta la nostra attenzione e che il Sindaco Muzzarelli ha fatto bene a scrivere al Ministro dell'Interno per chiedere maggiori uomini e mezzi per il territorio provinciale. Al tempo stesso ho contestato i dati "fantasiosi" che ho sentito snocciolare quando lo stesso Sole XXIV Ore ha sancito una diminuzione dei reati denunciati del 4,75% tra il 2015 e 2016.

Il tema della sicurezza è da sempre uno dei temi cari al Centro-Sinistra, ma vorrei che si affrontasse la questione con serietà. Bene parlare di politiche di vigilanza e repressione, ma il tema della sicurezza si affronta anche e soprattutto con politiche e atti concreti di coesione sociale, perchè ciò che preoccupa davvero è l'eventuale diminuzione delle denunce dei vari reati.

Se si vorrà affrontare il problema nella sua complessità siamo pronti ad affrontare il tema in qualunque sede e in qualunque momento, altrimenti il PD si dissocia da qualunque tentativo strumentale di giocare con i nostri territori e i nostri concittadini.

Vogliamo scommettere comunque che domani sui giornali qualcuno tenterà di far passare la versione di una presunta spaccatura tra PD presso la Regione Emilia-Romagna ed il Sindaco di Modena? Se così accadrà sarà l'ennesima riprova di profonda malafede. Nella risoluzione di Stefano Bargi si proponeva in maniera del tutto fumosa e fantasiosa un aumento dei poteri dei Sindaci in tema di sicurezza. Quali poteri? In che modo? Su quali atti legislativi concreti? Boh...

Una proposta di questo tipo non è nella potestà della Giunta o dell'Assemblea legislativa della nostra Regione. E' invece una delle prerogative ASSOLUTE ED ESCLUSIVE del Governo, il quale infatti sta procedendo in tal senso con un atto CONCRETO; un Decreto, cioè, presentato in Consiglio dei Ministri lo scorso 20 Febbraio che allarga la possibilità per i Sindaci di fare specifiche Ordinanze in materia. Alla Regione, invece, competono una serie di altri atti per aumentare la coesione sociale e favorire la pacifica e serena convivenza delle nostre comunità.

Peccato che la Lega Nord non sappia o voglia dimenticare l'ordinamento della nostra Repubblica  e quanto abbiamo fatto concretamente per i nostri territori e i nostri concittadini...

I commenti sono chiusi