IL NUOVO PIANO DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLA SOSTENIBILITA’

Pochi minuti fa abbiamo approvato il Programma regionale di informazione ed educazione alla sostenibilità.

L’Infeas (questo è l’acronimo che sta per “informazione ed educazione alla sostenibilità”) 2017-2019 è il settimo programma redatto dal 1999 a oggi. Serve a promuovere conoscenze, consapevolezze e comportamenti sostenibili e supporta le politiche in materia regionali e locali. È rivolto sia alle scuole che a tutti i cittadini e si compone di quattro parti.

Nella prima, “Alimentazione culturale e strategie per la sostenibilità e l’educazione”, sono richiamati l’agenda 2030 delle Nazione unite, l’Enciclica “Laudato sì”, l’economia circolare, la Cop 21 sul cambiamento climatico e le linee guida dei ministeri dell’Ambiente e dell’Educazione.

Nella seconda, “Le politiche e le azioni dell’Emilia-Romagna per la sostenibilità”, sono inseriti tutti i piani dei diversi settori regionali (tra cui il piano rifiuti, Consumo di suolo saldo zero, il Pair).
La terza parte, “Azioni educative integrate”, è quella più corposa e fissa dieci punti di intervento per sviluppare sempre più la coscienza civica alla sostenibilità.

La quarta parte del programma è dedicata a “Governace, organizzazione, sostegno e monitoraggio della rete Res”, ovvero a tutto quello che serve per far sì che crescano le competenze e le capacità di gestione delle organizzazioni che promuovono l’educazione alla sostenibilità.

L’Emilia-Romagna investe nella cultura ambientale dei giovani: dalla loro consapevolezza ecologica può nascere un mondo più sostenibile.