PILLOLA DI REFERENDUM #24

QUANDO LA COSTITUZIONE RIMANDA A UNA SUCCESSIVA LEGGE ORDINARIA…

Se la riforma Boschi rinvia a un successivo atto di legge (come nel caso del sistema elettorale del Senato, pdl Chiti) tutti mi dicono:

“E come ci si fa a fidare?”
“E si è mai vista una Costituzione che per essere applicata dipende da una legge ordinaria?”
“E se poi nessuno la farà mai, ‘sta legge?”

Allora metto in questo elenco
TUTTI I TEMI CHE LA NOSTRA ATTUALE COSTITUZIONE RINVIAVA A SUCCESSIVA LEGGE ORDINARIA
o AD ALTRE NORME ATTUATIVE.

E, come vedrete, non sono questioncelle:
spesso sono libertà fondamentali.

(ma sono certo che nemmeno questa dimostrazione farà cambiare idea a qualcuno):

Materie che i Costituenti nel testo del 1947 rinviarono a successiva legge o ad altri atti esterni alla Costituzione:

art.6 tutela delle minoranze linguistiche
art. 7 rapporti Stato-Chiesa
art.10 condizione giuridica dello straniero
art. 10 diritto d’asilo
art.13 restrizioni alle libertà personali
art. 13 carcerazione preventiva
art.14 perquisizioni
art.15 segretezza della corrispondenza privata
art.16 libera circolazione dei cittadini
art.17 libertà di associazione
art.21 sequestro della stampa
art.21 pubblicazioni e manifestazioni contrarie al buon costume
art.23 prestazioni personali o patrimoniali
art.24 modalità per riparare a errori giudiziari
art.25 misure di sicurezza personali
art.29 matrimonio
art.30 affido e adozione
art.30 limiti alla ricerca della paternità
art.32 trattamenti sanitari obbligatori
art.33 norme generali sull’istruzione
art.33 scuole paritarie
art.35 migrazioni economiche
art.36 durata massima della giornata lavorativa
art.37 limite minimo di età per lavorare
art.37 tutela del lavoro minorile
art.39 libertà dei sindacati
art.41 controllo delle attività economiche
art.42 tutela della proprietà privata e esproprio
art.42 successioni
art.43 imprese pubbliche
art.44 vincoli alla proprietà terriera
art.44 provvedimenti a favore delle zone montane
art.45 promozione della cooperazione
art.45 tutela dell’artigianato
art.48 limiti al diritto di voto dei singoli cittadini (!)
art.51 condizioni di accesso alle cariche e agli uffici pubblici
art.52 modalità del servizio militare
art.54 giuramento di fedeltà dei funzionari pubblici
art.60 proroga alla durata in carica di una Camera (!!)
art.65 casi di ineleggibilità di deputati e senatori
art.69 indennità dei parlamentari (che quindi è prevista obbligatoriamente dalla Costituzione del 1947, lo sapevate??)
art.71 soggetti titolari della iniziativa di legge (!!!)
art.75 modalità di attuazione del referendum (!!)
art.77 regolazione dei rapporti derivanti da DL non convertiti
art.79 amnistia e indulto
art.80 trattati internazionali
art.81 concessione dell’esercizio provvisorio di bilancio
art.84 assegno del Presidente della Repubblica
art.87 funzionari che il Presidente può nominare
art.87 costituzione del Consiglio supremo di Difesa
art.89 atti che richiedono la controfirma del Presidente del Consiglio
art.95 numero e organizzazione dei Ministeri (!)
art.96 perseguibilità penale dei Presidenti del Consiglio (!)
art.97 organizzazione dei pubblici uffici
art.97 casi in cui non sono richiesti i concorsi
art.98 limiti alla iscrizione dei magistrati e militari ai partiti
art.99 funzioni del CNEL
art.100 funzioni della Corte dei Conti
art.100 Consiglio di Stato e Corte dei Conti: indipendenza
art.102 presenza dei giudici popolari nei processi
art.103 tutela di diritti soggettivi davanti al Consiglio di Stato
art.103 altre funzioni della Corte dei Conti
art.103 funzioni e limiti dei tribunali militari
art.106 legge sull’ordinamento giudiziario
art.107 garanzie del pubblico ministero
art.108 legge sulle magistrature
art.108 indipendenza dei giudici
art.111 procedimento giudiziario
art.111 garanzie dei cittadini nel processo penale
art.113 chi può annullare atti della PA…
art.114 ordinamento di Roma capitale

… Basta, scusatemi, non ce la faccio più…
ma non sarebbe ancora finito l’elenco…

Ci siamo convinti che è NORMALE che la Costituzione, fin dal 1947, rinvii ad altre norme per la sua attuazione, e anche su punti fondamentalissimi? Spero…

(E cosa volete che vi dica, si vede che i nostri padri si fidavano di De Gasperi…).