AL VIA IN ESTATE 13 CANTIERI SUGLI AFFLUENTI DI SECCHIA E PANARO E SUI LORO ARGINI

Partiranno in estate 13 interventi sui principali affluenti di Secchia e Panaro a sud di Modena ed in particolare sui torrenti Fossa, Gherbella, Nizzola e Guerro, per adeguare le strutture e la funzionalità dei corsi d’acqua e ridurre così il rischio di esondazione e la pericolosità in caso di eventi di piena. I lavori hanno un costo complessivo di oltre tre milioni di euro, stanziati di recente con ordinanza commissariale.

Dei 13 interventi, 11 risolvono problematiche puntuali (erosioni spondali e risagomatura della sezione di deflusso), quali gli interventi in centro a Castelvetro sul torrente Guerro, sul Grizzaga a Montale di Castelnuovo Rangone, a Colombaro di Formigine e a monte di Maranello.

Due sono interventi strutturali che interesseranno tratti più estesi dei corsi d’acqua: sul torrente Nizzola per adeguare la sezione di deflusso e interventi di regimazione idraulica dalla confluenza del Rio Scuro fino all’attraversamento della via Vignolese a Castelnuovo Rangone e sul torrente Fossa nei comuni di Formigine, Sassuolo e Fiorano modenese.

I lavori partiranno al termine degli interventi di taglio selettivo della vegetazione all’interno dei corsi d’acqua in questione in corso in questi giorni.