IL DIRITTO ALLO STUDIO

L’Assessore Bianchi presenta in aula la valutazione triennale delle politiche sul diritto allo studio universitario.

Dal 2011 al 2014 i numero di beneficiari di borse di studio per l’Università, in ER, è salito da 17.505 a 18.381, con il 100% di copertura rispetto ai richiedenti idonei/aventi diritto. Dato che è presente in poche Regioni italiane. Oltre 67 i milioni investiti nel 2013-14 per gli studenti meritevoli (secondo la previsione della Costituzione…).

Per quanto riguarda l’accoglienza, i posti letto assegnati in Regione sono passati da 3.047 a 3.366, con un incremento della retta media da 185 a 189 euro. Oltre 14 i milioni investiti per il servizio abitativo.

Certo permangono problemi e politiche migliorabili, ma grande dunque la capacità di risposta del nostro territorio con le politiche di sostegno economico e abitativo, cui si affiancano i prestiti, gli assegni formativi e contributi, i sostegni alla mobilità internazionale degli studenti, i servizi ristorativi e informativi, etc..
Siamo uno dei pochi territori in cui è ancora cresciuto il numero di iscritti complessivo all’Università.
Un fattore competitivo essenziale per il nostro futuro, per quello dei nostri giovani.
Un risultato che è frutto anche di queste politiche regionali per il diritto allo studio.