TRASCRIZIONI MATRIMONI GAY: SERVE UN DIBATTITO SERIO, NO ALLE PRESSIONI

1901654_307506392785107_3583217681705143981_n

Modena, a differenza di altri comuni, decide di non procedere alle "trascrizioni" dei matrimoni gay contratti all'estero.

Sbaglia SEL ad arrabbiarsi così con il PD modenese su questo tema.
Si tratta di argomenti troppo importanti per la vita di persone concrete, per essere usati come argomento di polemica.

Le trascrizioni nelle anagrafi comunali non si possono fare, dal punto di vista normativo è ormai chiarissimo.
Portarle avanti "per fare pressione" in vista di una legge nazionale è un modo di fare politica che mi è alieno: non si usano le istituzioni comunali e le pratiche anagrafiche in modo approssimativo, solo "per fare pressione".
Si lancia invece un dibattito serio, con i tanti strumenti comunicativi che ci sono, per mettere a punto il merito, tanto più che il governo Renzi ha dichiarato chiaramente che è intenzionato a legiferare in materia: questa è la strada maestra, questo anche un modo di fare politica un pò più nuovo, non ideologico, a cui dovremmo tutti attenerci per il bene del Paese.

Commenta questo post su facebook

I commenti sono chiusi